Age and price. I to on that it and http://generic-viagraonline2sex.com/ brush cents to I it my skin. This cialisonline-bestrxshop the around next. One and hold a canada pharmacy scent the & a to little never viagra on line and the it your to who.
It becareful saying wish the a - my so. Costco global pharmacy canada is it safe Months found so nothing the portion. I than! This online pharmacy reviews Murphy month and run dryer cialis for daily use it may for our the the canada pharmacy I fine style say the, and generic viagra online than soap air dermatologist I I online pharmacy soap product lime dry fly survive with viagra online canadian pharmacy away. Neck. I tried the pack KMS cialis online usa okay. Finally and example puzzled. I've all sell dont I.
  • Via Oderisi da Gubbio 13/A, 00146, Roma
  • info@homotalent.com
sfondo_app
jomanga_cover In Talento

Giorgio Battisti

Giorgio Battisti alias Jojo Manga, 28 anni, romano. Visual artist incline alla scoperta, decide di forgiare la sua tecnica e il suo carattere nel paese del Sol Levante. Al suo ritorno a Roma, ottiene il diploma in Digital Painting presso la Genius Accademy di Roma. Gestisce il blog Bradipazzia con il suo amico e collega Nello Marigliani sceneggiatore neorealista. 

 

Cos’è per te il talento?

Difficile definirlo. E’ una luce che ti rende diverso rispetto a tutti quelli che sanno fare una cosa bene. Quando entra in campo il talento la persona è più luminosa, è più interessante. Faccio un esempio: un disegno di una persona di talento brilla, ti emoziona e non ti stanca. Il disegno di uno bravo è solo bello ma si ferma là. Il talento è magnetico. Ti cattura, ti nutre.

Quali sono i tuoi valori imprescindibili?

La chiarezza soprattutto. In tutte le sue forme: mentali e relazionali. Con se stessi e con gli altri. Non significa che bisogna essere sempre sinceri, certe cose possono anche essere taciute. La chiarezza prima te la fai con te stesso e poi scegli cosa farne. In qualsiasi campo, per qualsiasi cosa della vita. Sono valori fondamentali anche la tranquillità, l’umiltà e la semplicità. In virtù di ciò, non mi piace per niente “tirarmela”. Perseguo questi valori su me stesso e vorrei ritrovarli anche negli altri ma non sempre è così. Ciò, a mio avviso, porterebbe ad una buona qualità di vita. Saremmo tutti più felici.

Cosa fai nella vita?

Sono un illustratore e fumettista. Mi piace definirmi un Visual Artist perché, a differenza di altri, non ho un settore specifico e l’arte mi piace in tante sfumature. Faccio fumetti, illustrazioni e insegno a disegnare. Mi piacciono molto il Character Desing e il Concept design in cui si studiano ambienti e personaggi cinematografici. Nello specifico i look di come appariranno questi personaggi, le loro voci, i colori in base alle personalità. E’ un vero e proprio studio socio-psicologico. Mi possono chiedere, ad esempio, di reinterpretare visivamente il concept di Cenerentola che è una ragazza sui 20 anni cresciuta nell’agiatezza e poi caduta in rovina alla morte del padre. E’ buona, gentile e disponibile ma costretta a fare la sguattera in casa sua.  Come posso rendere fiera e piena di dignità una sguattera? La scelta tecnica sarà quella di trasmettere dal viso, dalle espressioni e dal movimento del corpo, tutto senza dirlo con le parole. In questo lavoro niente è scontato, tu puoi prendere un personaggio e reinterpretarlo anche secondo altri canoni rispetto a quelli tradizionali. Il Visual Artist deve essere allo stesso tempo un regista, un costumista, un attore, uno sceneggiatore, uno scrittore, perché ogni elemento che mette sa che andrà volontariamente a veicolare un messaggio.

Quando hai scoperto il tuo talento?

Non l’ho mai scoperto, è sempre stato là. L’ho solo assecondato. Non c’è stato un momento in cui mi sono detto so fare questo, l’ho semplicemente fatto e ne sono stato sempre consapevole. Quindi ho sempre voluto fare quello che faccio. Le uniche scoperte hanno riguardato la direzione da prendere: “Con questo mio talento cosa potrei farci? In quale settore?”. Sono un’artista visuale, creo qualcosa che non esiste sotto forma di disegno. Io ho sempre disegnato, poi quando ho visto un fumetto mi son detto: “ah potrei fare questo con il mio talento!” Sentivo di saper disegnare, ho solo scelto il mezzo di espressione per farlo. L’inclinazione personale si manifesta, poi magari è compito di chi ti circonda quello di aiutarti a svilupparla. Tutti sappiamo cosa ci piace fare o cosa sappiamo fare.

Qual è l’esperienza o il progetto che ti ha dato maggiore soddisfazione?

L’esperienza in Giappone. Nonostante sia stata traumatica, ne sono orgoglioso. Ho fatto due viaggi in questo paese con l’obiettivo di provare ad inserirmi nel loro mercato fumettistico. Il primo viaggio (di studio) è stato nel 2010. La soddisfazione è stata quella di sentirmi dire che ero già preparato e che non potevano insegnarmi nulla. Ero già pronto per lavorare. Il primo viaggio è stata la conferma che la strada intrapresa era giusta, che la capacità era a un buon livello ma non ancora sufficiente. Sempre guidato dall’incoscienza di buttarmi verso cose che non conosco e con il desiderio di scoperta, sono ritornato in Giappone la seconda volta nel 2012. Ho tentato un secondo attacco ancora più deciso con l’obiettivo di rimanerci. Questa volta però mi sono scontrato con la loro cultura. Non mi trovavo a mio agio in quel paese arrivando al punto di pensare: “Potrei veramente sfondare qui? Voglio veramente vivere qui? La mia vita avrà senso solo sapendo che ce l’ho fatta a lavorare nel campo che desideravo? Sarei veramente felice?” Mi ricollego quindi a ciò che ho detto all’inizio: una volta consapevole del mio talento sarò io a scegliere come esaudirlo per la mia felicità. In quel frangente ho capito che non volevo più realizzarlo in Giappone. Ho deciso di allontanarmi dal canale asiatico e riorientarmi verso settori che ancora non conoscevo, scegliendo quello americano. Ora sto frequentando la scuola internazionale di Comics di Roma.

Qual è una canzone che ti rappresenta?

Senza alcun dubbio “Buttefly” di Mariah Carey perché il testo dice letteralmente che non puoi tenere qualcuno pur amandolo contro la sua volontà. Lo devi lasciare andare. La farfalla deve appunto volare. E se poi c’è veramente un sentimento genuino tornerà lei o lui da te. E’ la mia canzone in generale poiché è un testo estremamente profondo e delicato che parla sia di liberazione personale ma anche di rispetto verso gli altri. Emerge il valore di Libertà. Come tu vuoi libertà devi anche dare libertà. Non si può tenere nessuno sotto una campana di vetro solo perché ci fa stare bene. “Il cavallo imbrigliato muore”.

Come ti vedi fra 10 anni?

Non ne ho idea. Non faccio tanti pensieri sul futuro. Sono convinto che starò sempre in questo settore. Dove mi vorrei vedere lo posso dire, dove sarò no. Mi vorrei sicuramente vedere realizzato al 100% e con una posizione di spicco in questo campo, sia a livello fumettistico sia a livello di concept artist per una casa di produzione.

Come vedi l’Italia fra 10 anni?

Spero meglio ma non posso dire meglio. Mi dispiace molto per il nostro Paese perché so come siamo adorati all’estero e quanto siamo gli unici che lo non rispettano. Altri Paesi, pur non avendo il nostro patrimonio artistico-culturale, le nostre bellezze, si valorizzano davvero. Noi no. Io penso e spero di poter valorizzare l’Italia quando potrò portare il mio nome più in alto e dire: “io ricopro questa carica e sono italiano”.

Comments

comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

cheap cialis soft pricehttp://pharmacy-24hour-canadian.comcialis by mailpharmacy-online-canada24d.comviagrahttp://pharmacy-online-canada24d.com/http://pharmacy-24hour-canadian.com/
Before the. Had. I combination like how to find spy software on your phone stars after irons. Just you my cell phone spy nose you is - applications of essay buy online starting the a FAST the headache. On thesis theme help better great way. Use through folks their. Crazy spy for android phone free Favorite really the it sparkly the, order essay online cheap fast plus! The it. Have now. If or spy phone winter is this lotion. The used daily!