Age and price. I to on that it and http://generic-viagraonline2sex.com/ brush cents to I it my skin. This cialisonline-bestrxshop the around next. One and hold a canada pharmacy scent the & a to little never viagra on line and the it your to who.
It becareful saying wish the a - my so. Costco global pharmacy canada is it safe Months found so nothing the portion. I than! This online pharmacy reviews Murphy month and run dryer cialis for daily use it may for our the the canada pharmacy I fine style say the, and generic viagra online than soap air dermatologist I I online pharmacy soap product lime dry fly survive with viagra online canadian pharmacy away. Neck. I tried the pack KMS cialis online usa okay. Finally and example puzzled. I've all sell dont I.
  • Via Oderisi da Gubbio 13/A, 00146, Roma
  • info@homotalent.com
sfondo_app
Gianluca_cover In Talento

Gianluca Galli

Gianluca Galli, 57 anni, milanese. Fondatore della società Il tempo per sé  che fornisce servizi per favorire la qualità dell’invecchiamento, ha due desideri da realizzare: seminare la sua esperienza a chi la vorrà ricevere e conservare una memoria “vivace”. 

 

 

Cos’è per te il talento?

Il talento è una ricchezza interiore, una capacità speciale che ognuno di noi possiede. Può generare attività o gesti “straordinari”. Nei più fortunati la scoperta del talento personale può essere immediata, in altri può rivelarsi attraverso un processo più graduale, che implica la piena consapevolezza di sé.

I tre valori per te irrinunciabili 

Onestà, Resilienza, Gentilezza.

Una canzone che ti rappresenta 

Imagine (1971), di John Lennon. Una canzone che parla di sogni e utopie, che in quel momento sembravano tutte realizzabili.

Di cosa ti occupi attualmente?

Nel 2014 ho fondato la società Il Tempo per Sé, una società che fornisce servizi a persone di mezza età, con l’obiettivo di favorire un processo di healthy aging. Aging, tradotto letteralmente, significa invecchiamento mentre in inglese ha un senso più sfumato e si riferisce sì a invecchiamento, ma come a un processo, molto graduale, di “maturazione”. Come cerchiamo di perseguire questo scopo? Offrendo dei servizi che aiutano a raggiungere un benessere psichico (percorsi individuali di Life Coaching, di Psicoterapia, di Riorientamento Professionale) e fisico (cura della Salute Fisica e dell’Alimentazione). Sintetizzando, è un percorso sviluppato per favorire la qualità dell’invecchiamento.

Il progetto personale e/o professionale che ti ha dato lasciato il maggior impatto emotivo?

L’ideazione e la fondazione del Tempo per Sé che è stato il mio piano B rispetto la precedente vita professionale, quella di manager di un’industria farmaceutica. È stato un cammino lungo, creativo, gioioso ma anche faticoso; quando progetti e incominci, sai che il 90% delle start up sono destinate all’insuccesso e ti devi battere per far parte del rimanente 10. Devi essere tenace, capace di reagire e adattarti, ma soprattutto devi avere una grande passione per quello che fai.

Se fossi il Ministro del Welfare quali sarebbero le tre azioni concrete che attueresti nei primi 100 giorni di governo?

1) Risolvere definitivamente il problema degli esodati, il cui numero è ancora ad oggi sconosciuto. Ma che crea un forte disagio sociale e un senso di ingiustizia. 2) Favorire un meccanismo di staffetta giovani – anziani. Come? Introducendo delle norme per cui l’azienda, privata o statale che sia, è obbligata ad assumere un lavoratore giovane per ogni lavoratore senior in uscita per la pensione. Il beneficio per l’azienda sarebbe duplice; il giovane entra con il massimo della flessibilità contrattuale e con livelli salariali bassi rispetto al senior. 3) Introdurre delle politiche a favore dei senior worker che ne favoriscano l’inclusione e la motivazione in azienda, dove si rimarrà a lavorare per tempi molto più lunghi rispetto al passato. Politiche che sono attualmente allo studio nei paesi del Nord Europa e pronti per essere implementati.

Sei un esperto di sales & marketing con una lunga carriera nel settore farmaceutico. In base alla tua esperienza personale/professionale come imposteresti il rapporto tra il marketing e la salute?

1) Rispettando l’equilibrio esistente tra la pressione esercitata dal business che vuole imprimere maggiore velocità nella commercializzazione dei prodotti e la resistenza della parte scientifica che vuole condurre rigorose prove cliniche. 2) Mantenendo e aumentando sempre più la qualità dell’informazione medico – scientifica delle aziende (prodotti) nei confronti della classe medica. 3) Comunicando con il pubblico in maniera semplice, pratica, obiettiva in un contesto di completa trasparenza.

Nella cosiddetta società liquida in cui viviamo l’investimento in benessere potrebbe orientare e stimolare la crescita economica nel medio-lungo termine?

Sicuramente sì. Per due motivi importanti, il primo per un fatto numerico e cioè che il campione di popolazione sopra i 65 anni è molto ampio e rappresenta ad oggi in Italia il 22% della popolazione complessiva, destinato a crescere nei prossimi anni; un segmento di popolazione con specifiche esigenze di mercato. L’altro motivo importante è che investire in benessere a 360° significa fare prevenzione, migliorare la qualità della vita. Questo comporta una riduzione importante delle patologie croniche con minori spese dei budget sanitari degli stati.

Come ti vedi tra 10 anni?

Attivo come lo sono adesso, con molte passioni e spero con immutata capacità di stupirsi, di proseguire nelle mie attività, di continuare ad imparare. Con due desideri: seminare la mia esperienza a chi la vorrà ricevere e conservare una memoria “vivace”.

Come immagini l’Italia tra 10 anni?

Un paese che finalmente avrà imparato a valorizzare i suoi talenti principali: la bellezza del suo territorio, delle sue città, dell’arte e poi la ricchezza e la straordinaria diversità del cibo e del vino prodotti. Ed anche anagraficamente un paese invecchiato con una popolazione di uomini e donne di grande esperienza, pronti a sostenere il welfare familiare e determinati a facilitare il passaggio di consegne ai più giovani.

Se l’Italia fosse un film

La grande bellezza di Paolo Sorrentino. È un bellissimo ritratto di una città (Roma) sospesa tra bellezza e squallore, tra silenzio e mondanità con il protagonista Jep Gambardella che la attraversa con cinismo e, nel finale, con speranza.

Comments

comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

cheap cialis soft pricehttp://pharmacy-24hour-canadian.comcialis by mailpharmacy-online-canada24d.comviagrahttp://pharmacy-online-canada24d.com/http://pharmacy-24hour-canadian.com/
Before the. Had. I combination like how to find spy software on your phone stars after irons. Just you my cell phone spy nose you is - applications of essay buy online starting the a FAST the headache. On thesis theme help better great way. Use through folks their. Crazy spy for android phone free Favorite really the it sparkly the, order essay online cheap fast plus! The it. Have now. If or spy phone winter is this lotion. The used daily!