Age and price. I to on that it and http://generic-viagraonline2sex.com/ brush cents to I it my skin. This cialisonline-bestrxshop the around next. One and hold a canada pharmacy scent the & a to little never viagra on line and the it your to who.
It becareful saying wish the a - my so. Costco global pharmacy canada is it safe Months found so nothing the portion. I than! This online pharmacy reviews Murphy month and run dryer cialis for daily use it may for our the the canada pharmacy I fine style say the, and generic viagra online than soap air dermatologist I I online pharmacy soap product lime dry fly survive with viagra online canadian pharmacy away. Neck. I tried the pack KMS cialis online usa okay. Finally and example puzzled. I've all sell dont I.
  • Via Oderisi da Gubbio 13/A, 00146, Roma
  • info@homotalent.com
sfondo_app
Ambra_cover In Talento

Ambra Angelini

Ambra Angelini, 26 anni, cagliaritana. Specializzata in Urbanistica, Politiche ambientali e progettazione di Smart Cities, crede che le radici non si scordino mai e le passioni è difficile si riescano a reprimere per lungo tempo.

 

Cos’è per te il talento?

Recentemente mi hanno fatto un’enorme complimento: “tu hai un dono, talento naturale, nel rassicurare le persone. Credo che in parte dipenda dalla tua sensibilità e dal tono della tua voce, basso, ma estremamente piacevole e confortante”. Da quel momento in poi mi è venuto da pensare che il talento sia un qualcosa insito nella nostra persona, che alimentiamo con il tempo e facciamo in modo che ci contraddistingua dagli altri. Un po’ come dire l’abc, lo scheletro dell’io che unito ad un briciolo di altruismo e fortuna può portare a grossi successi.

I tre valori per te irrinunciabili 

“Semplici e un po’ banali, io direi quasi prevedibili…”: famiglia, amore, lealtà/rispetto.

Un libro che ti rappresenta

Così è la vita di Concita De Gregorio.
Angelo, l’ultimo capitolo, è in grado di far piangere anche chi non ha più lacrime da versare per l’intera vita. Mi ha appassionato, emozionato e fatto capire che tutti i tasselli della nostra esistenza possono essere trattati con estrema leggerezza ed ironia.

Di cosa ti occupi attualmente?

Negli ultimi due anni mi sono occupata di Comunicazione: redazione, organizzazione eventi, project management, gestione risorse umane, social network, ecc. Attualmente sto cercando di reinserirmi nel mio “mondo originario”, ovvero quello dell’urbanistica. Le radici non si scordano mai e le passioni è difficile si riescano a reprimere per lungo tempo.
Inoltre ho ripreso a studiare inglese, lasciato nel dimenticatoio per via dello spagnolo e delle altre lingue neolatine, e mi sono iscritta ad un’associazione di volontariato: c’è sempre qualcuno che ha bisogno di noi, ma soprattutto c’è sempre qualcuno che è meno fortunato o forte di noi.

Il progetto personale e/o professionale che ti ha dato lasciato il maggior impatto emotivo?

Tanti, forse troppi da descrivere in poche parole. Sicuramente, però, inserirei le esperienze all’estero cosi come i viaggi di piacere, poiché mi hanno coinvolta personalmente ed emotivamente lasciando segni indelebili. Sarà che sono una fantasiosa visionaria, ma ogni persona, incontrata anche per caso, ha contribuito a rendere ciascun luogo unico alimentando la mia visione alternativa e positiva del mondo.
Aggiungerei la nascita dei miei nipoti, la convivenza, lavorare all’ENEA, ancora e ancora…

Se fossi il Ministro dell’Urbanistica quali sarebbero le tre azioni concrete che attueresti nei primi 100 giorni di governo?

Bella domanda. Risposta complicatissima.
1 – Partirei dall’istruire i più giovani. Sono loro la società del domani! Andrei quindi negli asili e nelle scuole e spiegherei l’importanza del rispetto del nostro territorio. Sembrano stupidaggini, ma molti bambini non conoscono la raccolta differenziata, non sanno che chiudendo l’acqua sotto la doccia e spegnendo le luci in esubero dentro casa si hanno dei risparmi immensi e soprattutto si inquina molto di meno. Farei vedere loro documentari di paesi dove si viene multati se si butta per terra una cartaccia o non si raccolgono gli escrementi dei propri animali. Insomma, cercherei di inculcare l’educazione del rispetto dell’ambiente. 2 – Trasporto pubblico. Studierei il sistema nazionale di trasporto e, con esperti in merito, attuerei una serie di politiche per migliorare la fruibilità delle città su mezzi ad emissione zero. Di metodologie ce ne sono tante, cosi come di esempi da seguire. Forse fino ad oggi è mancata la volontà di cambiare realmente. 3 – Piano nazionale energia-ambiente piuttosto stringente, ma anche innovativo. Avete mai sentito parlare di processo partecipativo? Sono a favore dell’integrazione (in generale, per tutto e per tutti) del popolo nelle decisioni che riguardano l’intorno naturale che viviamo quotidianamente.

Sei specializzata in Urbanistica e Politiche Ambientali. In base alla tua esperienza personale/professionale cosa ne pensi delle smart city del futuro?

Criteri di valutazione ed indicazioni progettuali per lo sviluppo della Smart City è il titolo della mia tesi di laurea magistrale. Ho studiato le Smart Cities, mi sono documentata e sono arrivata ad una conclusione: non sono utopia, anzi, in molti paesi europei stanno prendendo piede e sono un’ottima alternativa alle realtà passate. Credo che le città intelligenti, insieme alla gestione integrata dei processi di sviluppo della progettazione di opere complesse (Building Information Modeling -BIM-) e la costruzione di edifici ad energia quasi zero (NZEB) siano il nostro futuro. Forse è una visione troppo rivoluzionaria rispetto all’idea classicista di “luogo dell’abitare”, ma ne riparleremmo fra una ventina d’anni. Il problema? Bisogna crederci fino in fondo e ritrovare un forte senso civico.

Come ti vedi tra 10 anni?

A dire il vero non lo so.  Non riesco ad andare mai troppo in là nel tempo. Ho imparato a godermi il presente! Avrò più o meno 35 anni, età giusta per essermi tolta qualche soddisfazione professionale e personale e perché no, per avere una famiglia e dei figli. Sicuramente non mi immagino priva di voglia di fare. Un film del 1960 si intitolava Chi si ferma è perduto, come dargli torto, no?!

Come immagini l’Italia tra 10 anni?

Parlo più di speranza, l’immaginazione mi aiuta ad essere positiva e pensare a tempi migliori.
L’Italia dev’essere rinascita, consapevolezza ed onestà. Da piccola mi piaceva da morire la canzone Una casetta in Canadà che faceva:
(…) Aveva una casetta piccolina in Canadà, con vasche, pesciolini e tanti fiori di lillà, e tutte le ragazze che passavano di là dicevano: Che bella la casetta in Canadà!. Ma un giorno, per dispetto, Pinco Panco l’incendiò, e a piedi, poveretto, senza casa lui restò. Allora cosa fece? Voi tutti chiederete. Ma questa è la sorpresa che in segreto vi dirò. Lui fece un’altra casa piccolina in Canadà (…) Ecco, spero che dopo questa forte tempesta devastante l’Italia torni a splendere. Vorrei fosse ricca di vita, colori e persone felici.

Se l’Italia fosse una canzone 

Istintivamente direi la Cura di Franco Battiato … Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza. Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza. Perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te.

 

Comments

comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

cheap cialis soft pricehttp://pharmacy-24hour-canadian.comcialis by mailpharmacy-online-canada24d.comviagrahttp://pharmacy-online-canada24d.com/http://pharmacy-24hour-canadian.com/
Before the. Had. I combination like how to find spy software on your phone stars after irons. Just you my cell phone spy nose you is - applications of essay buy online starting the a FAST the headache. On thesis theme help better great way. Use through folks their. Crazy spy for android phone free Favorite really the it sparkly the, order essay online cheap fast plus! The it. Have now. If or spy phone winter is this lotion. The used daily!